Pratica yoga in estate

I nostri consigli per praticare Yoga in estate

L’estate ci porta più energia, voglia di uscire la sera e con la mente siamo proiettati al relax della prossima vacanza. Spesso quindi, anche per il troppo caldo, potrebbe essere difficile sentirsi motivati a tornare sul tappetino per le lezioni settimanali al nostro centro yoga preferito o per la pratica personale a casa.

Ecco alcuni vantaggi della pratica yoga nei mesi estivi: il corpo è più caldo e flessibile quindi possiamo più facilmente andare in profondità nelle posizioni. Possiamo praticare all’aperto, in contatto con la natura, respirando aria pulita e ritornando ai ritmi più lenti e rilassanti del paesaggio. Praticando altre attività o sport all’aperto possiamo utilizzare quello che lo Yoga ci ha insegnato durante l’anno, come trovare energia nel respiro o rilassarci in maniera profonda quando siamo in vacanza e possiamo finalmente staccare la spina.

Quando fa molto caldo è meglio preferire una pratica lenta e rinfrescante evitando posizioni che scaldano in maniera eccessiva come i piegamenti all’indietro. Concentrati invece su posizioni che calmano il sistema nervoso, più vicine a terra, coltivando una sensazione di stabilità, ancoramento e fluidità nei movimenti insieme al respiro. Per esempio i piegamenti in avanti rinfrescano il corpo, riducono stress e ansia, stimolano fegato e reni, migliorano la digestione e rivitalizzano la mente. Ideali anche le inversioni dolci come Viparita Karani (gambe sul muro) o Salamba Setu Bandha Sarvangasana (ponte sostenuto con un mattoncino).

Per quanto riguarda il respiro, porta l’attenzione al basso ventre, repira in maniera fluida e naturale, completando l’espirazione fino alla fine. Regola il respiro con inspirazione ed espirazione della stessa durata. Puoi praticare Sheetali o Sitkari Pranayama, due respirazioni rinfrescanti, con la guida di un insegnante esperto.

Sei hai domande sulla tua pratica yoga, puoi praticare con noi anche nei mesi estivi calendario o scrivici per dei consigli.